Marotta e il mercato dei giocatori in scadenza: da Maksimovic a Wijnaldum, i nomi per l'Inter

·2 minuto per la lettura

Beppe Marotta, da sempre, guarda con molta attenzione ai giocatori in scadenza di contratto. Quest'anno ha motivazioni in più, tra incognite societarie ed entrate limitate per le conseguenze della pandemia. Quando era il responsabile della squadra mercato della Juventus è stato capace di portare a Torino giocatori di assoluta qualità, da Pirlo e Pogba a Emre Can, passando per Llorente, Coman, Khedira e Dani Alves, all'Inter ha chiuso l'arrivo di de Vrij e quello meno fortunato di Asamoah, per l'estate lavora a nuovi free agent. Giocatori di esperienza, senza costi di cartellino, in grado di aumentare le soluzioni di Conte, che per fare strada in Europa ha chiesto una rosa più profonda.

DIFESA - Per il reparto arretrato sono diversi i profili sotto osservazione. Il primo nome sulla lista è quello di Nikola Maksimovic, centrale serbo classe 1991 in scadenza con il Napoli e con il quale non firmerà il prolungamento, seguito da Aissa Mandi del Betis Siviglia, sul quale c'è anche il Liverpool, e ​Shkodran Mustafi, destinato a salutare lo Schalke al termine della stagione. Proposto ma non interessa Elseid Hysa​j, la cui trattativa per il rinnovo con il club di De Laurentiis è in stallo da tempo, mentre David Alaba costa troppo.

CENTROCAMPO E ATTACCO - In mezzo il desiderio più grande è rappresentato da ​Georginio Wijnaldum, olandese classe 1990, che ha detto no a tutte le proposte di rinnovo del Liverpool e per il quale c'è stata più di una telefonata con il suo entourage. Poche chance di arrivare al suo compagno di nazionale Depay, ai saluti con il Lione, discorso valido per Sergio Aguero, che spinge per vestire la maglia del Barcellona. Attenzione al capitolo Olivier Giroud: corteggiato in passato, continua a essere un desiderio di Conte, la carta d'identità che recita 1986 come anno di nascita obbliga però a valutazioni approfondite.