Marotta esalta la Juventus: "Col Barcellona a viso aperto, siamo alla pari"

Marotta ha parlato anche dell'imminente sfida di Champions contro il Barcellona: "Le cessioni importanti non ci hanno indebolito".

Beppe Marotta non fa pretattica e lancia la Juventus. L'amministratore delegato vede i bianconeri sullo stesso piano del Barcellona, sfoderando fiducia in vista del primo round dei quarti di Champions.

"E' una di quelle partite che lasciano un ricordo impareggiabile, normale ci sia emozione tra tifosi, giocatori e dirigenti - ha detto a 'Mediaset' - Sappiamo di potercela giocare a viso aperto contro una squadra forte. Sono molto propositivi dal punto di vista offensivo, ma non è Davide contro Golia bensì tra due squadre che si temono".

La Juve ha fatto progressi importanti: "Il ciclo è iniziato in maniera lenta, poi sono arrivati incrementi sul fatturato e come risultati sportivi - evidenzia Marotta - Siamo tornati dove blasone e storia del club meritavano di farci essere, siamo alla pari del Barcellona e ce la giochiamo. Come fatturato c'è ancora un po' da rimontare, ma siamo ottimisti".

"Non è diminuito il loro valore, è stata la Juve che dopo Berlino si è consolidata come personalità e atteggiamento - aggiunge l'ad - con alcune scelte che hanno alzato la qualità rispetto a 4-5 anni fa".

Allegri conferma il 4-2-3-1: "Sul mercato abbiamo scelto gente di grande valore e tecnica, in primis Pjanic. Il modulo è molto offensivo, ma ha dato risultati soddisfacenti. In Europa avere un atteggiamento propositivo è importante".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità