Marotta lavora per le fasce dell'Inter: non solo Bellerin, spunta un altro nome (svincolato)

·1 minuto per la lettura

L'operazione con il Paris Saint Germain che permetterà all'Inter di incassare circa 70 milioni di euro per Achraf Hakimi è già definita in tutti i dettagli, anche se manca ancora all'appello l'annuncio ufficiale. Nel frattempo, però, Beppe Marotta lavora per entrambe le fasce. Sì, perchè per l'ad nerazzurro non c'è solo da sostituire a destra il fortissimo esterno marocchino, ma c'è anche da acquistare un altro profilo sulla fascia sinistra dopo l'addio di Ashley Young.

Young e Hakimi | Mattia Ozbot/Getty Images
Young e Hakimi | Mattia Ozbot/Getty Images

Sulla destra la rosa dei candidati è composta da due profili che però rappresentano solo un costoso sogno, vista la loro valutazione: parliamo di Manuel Lazzari e Denzel Dumfries, con il primo che è logicamente il preferito di Simone Inzaghi, che lo conosce benissimo per averlo allenato alla Lazio. Il secondo, invece, si è reso protagonista di un ottimo Europeo nonostante l'eliminazione della sua Olanda, con il Psv che per lasciarlo partire chiede non meno di 20 milioni di euro. Ecco perchè le attenzioni di Marotta per la fascia destra si sono spostate su Hector Bellerin dell'Arsenal, che ha già aperto al prestito con diritto di riscatto, la formula preferita dell'ad nerazzurro.

Patrick van Aanholt | ANP Sport/Getty Images
Patrick van Aanholt | ANP Sport/Getty Images

Ma è a sinistra, con Davide Zappacosta che resta sullo sfondo, che arriva un nome nuovo. Si tratta di Patrick van Aanholt (classe 1990), anch'esso reduce dall'Europeo con l'Olanda e ora svincolato dopo l'esperienza con il Crystal Palace. Per lui hanno chiesto informazioni anche Lazio e Milan.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli