Marotta: 'Nessuna rivincita con la Juve, ma Paratici mi ha deluso. Sarà bello decidere il loro destino il 15 maggio'

·1 minuto per la lettura

Tra le interviste concesse nelle celebrazioni per il 19esimo scudetto conquistato dall'Inter, l'ad nerazzurro Beppe Marotta si è soffermato soprattutto sul suo rapporto col suo ex club, la Juventus, nell'intervento a GR Parlamento: "Lo scudetto vinto non è una rivincita con i bianconeri. Quell’esperienza mi ha dato tanto e sono rimasto in buoni rapporti con tutti ad eccezione di una persona, ovvero Fabio Paratici. Ci tengo a precisare che si è trattato per motivi umani e non professionali. Non mi aspettavo certe decisioni ma le ho accettate come ho sempre fatto. Il bello dello sport? Presentarsi a Torino da campioni d’Italie e decidere il destino della Juventus il 15 maggio".

Sul suo futuro: "Mi sento di escludere un ritorno in bianconero. Non ho mai ricevuto richieste e non ho mai preso in considerazione questa possibilità. Penso solamente all’Inter e al ciclo di successo che vogliamo aprire".