Marotta sul rinvio delle partite: “Poteva essere gestita meglio”

notizie.it
marotta rinvio partite
marotta rinvio partite

L’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta ha commentato ai microfoni di Sky Sport 24 la situazione venutasi a creare con l’emergenza coronavirus. Nella mattinata di sabato 29 Febbraio 2020 la Lega Serie A ha deciso di rinviare le cinque partite in programma previste a porte chiuse. Si tratta di Sassuolo-Brescia, Udinese-Fiorentina, Parma-Spal, Milan-Genoa e la sfida scudetto Juventus-Inter. Tutte le gare saranno recuperate il 13 Maggio 2020. Per questo, la finale di Coppa Italia si giocherà il 20 Maggio.

“Stiamo attraversando un momento complicato per il nostro Paese” ha detto Marotta “con problemi di salute e di economia. Facendo autocritica dico che questa situazione si poteva analizzare prima e senza prendere decisioni dell’ultimo momento. Dico che il principio è quello di rispettare tifoserie e salute dei cittadini, poi tutto poteva essere gestito meglio”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Marotta sulla sospensione delle partite

L’ad nerazzurro ha poi spiegato che come cittadino, in una situazione di emergenza come questa, è necessario avere enorme rispetto per la tutela della salute di ogni cittadino. Da dirigente sportivo, invece, Marotta si manifesta preoccupato per il futuro: “se dovesse essere confermata la proroga del decreto del Consiglio dei Ministri, che impone il blocco fino all’8 marzo in Emilia Romagna, Veneto e Lombardia, mi chiedo come faremo a gestire le prossime partite come Atalanta-Lazio, Spal-Cagliari, Bologna-Juventus, Inter-Sassuolo e Verona-Napoli, dove vengono coinvolte anche alcune squadre che hanno partite europee”.

Per cercare di trovare la migliore soluzione il prima possibile, Marotta fa presente come sia strettamente necessaria un’Assemblea di Lega e poi un Consiglio straordinario. “I temi da trattare sono tanti e delicati” ha concluso Marotta “e vanno salvaguardati l’equilibrio e la competitività del nostro campionato. La prima cosa è la tutela della salute di tutti, il primo obiettivo che vogliamo perseguire”.

Potrebbe interessarti anche...