Matteo Sereni assolto dopo 9 anni: “Non ha molestato la figlia”

Matteo Sereni assolto
Matteo Sereni assolto

Dopo 9 anni l’ex portiere del Torino Matteo Sereni è stato assolto dall’accusa di molestie sessuali su minori. Il pm Giulia Marchetti ha chiesto l’archiviazione del caso e il giudice ha accolto le tesi degli avvocati difensori Michele Galasso e Giacomo Francini.

Matteo Sereni assolto

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Sereni era stato denunciato dalla moglie, da cui si era appena separato, di aver molestato sua figlia che all’epoca aveva 4 anni e suo fratello. Conseguentemente il tribunale di Tempio Pausania, da cui partiva l’imputazione, gli aveva impedito a lungo di vedere i bimbi e l’aveva condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione. Successivamente il processo era passato a Sassari che, a sua volta, lo aveva rimandato a Torino per competenza territoriale.

Oggi, mercoledì 4 dicembre 2019, la giudice del tribunale piemontese ha accolto le parole dei legali difensori del calciatore. Secondo queste i minori sarebbero stati interrogati con modalità inappropriate e suggestive di falsi ricordi. A determinarli sarebbe stato il racconto dell’evento ricevuto nel tempo da parte dell’ex moglie, della suocera e dei consulenti tecnici in ambito civile e penale. Tesi comunque sostenuta da gran parte dei magistrati che si sono occupati del suo caso, come si legge nell’ordinanza.

Per Sereni si tratta della fine di un incubo, avendo egli da sempre sostenuto la propria innocenza ed estraneità ai fatti menzionati dall’accusa. Durante le sue partite giocate nel Torino, nel Brescia, nella Sampdoria e nella Lazio aveva più volte dedicato le sue vittorie ai figli, rammaricato per non poterli più vedere.

Potrebbe interessarti anche...