​Mbappé chiede l'addio al Psg: lo scontro con Ronaldo vale Europei e futuro, Juve e Real sulle spine

·2 minuto per la lettura

Una partita ricca di spunti, un mix di contenuti e contenuto per un appuntamento che va oltre l'ultima sfida del girone. Portogallo-Francia, remake della finale degli scorsi Europei, è uno snodo cruciale per il prosieguo dell'avventura nel torneo. All'orizzonte, infatti, c'è il rischio di un ottavo di finale tostissimo contro il Belgio di de Bruyne e Lukaku. I riflettori della Puskas Arena saranno puntati tutti su Cristiano Ronaldo e Kylian Mbappé, uomini-immagine della Seleção das Quinas e dei Blues, in un ipotetico passaggio di testimone tra generazioni. Un passaggio già registrato a livello di club, come confermato dalla stagione appena andata in archivio: Ronaldo eliminato agli ottavi di finale, Mbappé grande protagonista ed estromesso dalla coppa dal Manchester City dopo una cavalcata da assoluto leader.

DOPPIO BINARIO - La pressione è soprattutto sui portoghesi. Perché se la Francia è già certa di avere in tasca il biglietto per gli ottavi di finale, lo stesso non vale per gli uomini di Fernando Santos. In caso di ko e di clamoroso successo dell'Ungheria sulla Germania, infatti, i campioni in carica andrebbero a casa. Evento che aprirebbe a inevitabili ragionamenti sul futuro di Cristiano Ronaldo, totalmente concentrato sulla campagna europea prima di prendere qualsiasi tipo di decisione. La Juve osserva, prigioniera della scelta di CR7 che condiziona movimenti e possibili investimenti. Troppo ingombrante, infatti, quello stipendio da 31 milioni netti che pesa come un macigno su conti, gerarchie e progetti bianconeri. Lo sa bene il Real Madrid, tiepido sull'ipotesi di un ritorno di colui che, in 9 anni, ha regalato 311 gol in 292 partite. Florentino Perez, tuttavia, sogna il colpaccio dopo un anno di risparmi e mercato low-profile: ufficializzato Alaba a costo zero, il Real segue con attenzione la vicenda Mbappé.

KYLIAN ADDIO - Le voci sul francese si moltiplicano giorno dopo giorno. Le ultime indiscrezioni arrivano da RMC Sport, secondo cui il figlio delle banlieue avrebbe comunicato ufficialmente al Psg la volontà di non rinnovare il contratto in scadenza nel 2022 e di lasciare la capitale. Una presa di posizione che potrebbe facilitare lo sbarco di Mbappé a Plaza de Cibeles. Uno scenario che si ripercuoterebbe, a cascata, sui destini di Juve e Psg: naturale ipotizzare, a quel punto, che lo sceicco Nasser Al-Khelaïfi faccia carte false per arrivare a Ronaldo, formando così una coppia, insieme a Neymar, che punti alla prima storica Champions parigina e che funzioni da spot mediatico per i Mondiali di Qatar 2022. Allegri aspetta, Ancelotti anche. Si passa, prima di tutto, dal duello generazionale della Puskas Arena...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli