Medico del centro riabilitativo: "Per Zanardi è come scalare Himalaya"

·1 minuto per la lettura
Alex Zanardi, condizioni attuali stabili
Alex Zanardi, condizioni attuali stabili

Intervistato dal Corriere della Sera, il medico che ha in cura Alex Zanardi presso il centro riabilitativo Villa Beretta nel lecchese ha paragonato la sua sfida a quella di chi deve scalare l’Himalaya, assicurando di fare tutto ciò che sarà possibile per farlo riprendere.

Parla il medico di Alex Zanardi

Franco Molteni, il dirigente l’Unità operativa complessa di recupero e riabilitazione del centro, ha voluto essere realista e non “stupidamente ottimista“: la certezza che l’ex pilota di Formula 1 potrà arrivare in cima alla scalata non c’è, ma non si può nemmeno essere preventivamente disfattisti e dirsi sicuri che non ce la farà.

Una cosa però per lui è certa: la determinazione è tanta. Nessuno è in grado di fare miracoli né pensa di essere onnipotente, ha sottolineato, aggiungendo che il paziente si trova nel centro da soli due giorni dopo un mese di ricovero a Siena. “Ma faremo tutto ciò che sarà possibile fare, come facciamo sempre con i nostri pazienti“, ha garantito. Sulle condizioni di Zanardi non ha voluto dire alcunché in virtù di un impegno preso con la moglie e con il figlio. A entrambi ha infatti assicurato di dire qualcosa soltanto se e quando lo chiederanno loro.

Molteni ha infine espresso soddisfazione per il fatto che l’atleta si trovi ospite presso la struttura di Costa Masnaga. “Non lo dico perché è qui da noi, lo dico perché è giusto che si sappia che anche nel nostro Paese abbiamo professionalità e strumenti per occuparci di casi così complessi“, ha dichiarato aggiungendo che si sarebbe dispiaciuto se fosse stato portato all’estero.