Messi spiazza PSG e Barcellona: nel suo futuro c'è l'MLS

Un futuro a stelle e strisce. E' questa la terza via che si sta facendo sempre più consistente per Lionel Messi, in scadenza di contratto col Paris Saint-Germain al termine dell'attuale stagione e mentalmente sempre più proiettato sul Mondiale in Qatar, verosimilmente l'ultimo della sua carriera e l'ultima opportunità di coronare un inseguimento che lo metterebbe sullo stesso piano dell'idolo Maradona. Secondo quanto riferisce The Athletic, a partire da gennaio riprenderanno i contatti tra il suo entourage e i rappresentanti dell'Inter Miami FC, formazione di MLS di cui l'ex campione inglese David Beckham è compropietario.

LE OFFERTE - Un'ipotesi quella di un approdo negli Usa al termine della sua esperienza francese di cui si vocifera ormai da diverso tempo, ma la verà novità risiederebbe nel fatto che questa opzione stia assumendo sempre più concretezza col passare delle settimane. Nonostante la volontà ferrea e precisa del presidente del PSG Nasser Al-Khelaifi di provare a convincere la Pulce a prolungare la sua avventura in Ligue 1 dopo aver finalmente assistito ad un inizio di stagione all'altezza della fama dell'argentino (e ben lontana dal rendimento dello scorso anno). E nonostante i messaggi tutt'altro che velati che i vertici del Barcellona e in primis il presidente Laporta gli recapitano ad intervalli regolari, per sanare il vulnus creato dal tormentato e doloroso addio nell'estate 2021.

NEGLI USA CON SUAREZ? - Messi ha vissuto malissimo la separazione da quella che è diventata la sua casa dopo aver lasciato da giovanissimo Rosario e l'Argentina, ma ad oggi è davvero complicato prevedere quali incastri consentirebbero una reunion che, per motivazioni sia di carattere economico che tecniche, cozzano col nuovo progetto tecnico accelerato dal roboante mercato dell'ultima estate e al quale l'eliminazione dalla Champions League ha già assestato un colpo durissimo. Senza dimenticare che a Miami Messi potrebbe ritrovare il compagno di tante battaglie Luis Suarez che, dopo aver conquistato il titolo uruguaiano col Nacional, si appresta a ripartire da una nuova esperienza. A Mondiale concluso molte situazioni saranno più chiare, ma da Miami filtra una fiducia crescente di regalarsi e di regalare ad uno dei paesi che ospiterà la Coppa del Mondo del 2026 il giocatore più forte del pianeta.