Messi svela la marcatura più complicata: "Maffeo del Girona era esagerato"

Lionel Messi parla del suo rapporto con gli avversari in campo: "Non mi dà fastidio la marcatura a uomo, a volte ci diciamo qualcosa...".
Lionel Messi parla del suo rapporto con gli avversari in campo: "Non mi dà fastidio la marcatura a uomo, a volte ci diciamo qualcosa...".

Una vera e propria era quella segnata da Lionel Messi, un vero e proprio incubo per tutti i difensori che lo hanno affrontato. Il fuoriclasse del Barcellona racconta il suo rapporto in campo con gli avversari, svelando anche il più fastidioso incontrato fino a questo momento della sua carriera.

Attraverso i microfoni del canale ufficiale de 'La Liga', la 'Pulce' ha parlato delle marcature a uomo incontrate nelle tante partite giocate:

"Non mi dà fastidio la marcatura a uomo, ma sai già che quelle saranno partite brutte, sarà strano avere sempre qualcuno attorno. In verità non mi è capitato tanto spesso.  Non mi dà fastidio, ma sono partite strane, diverse...".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Passare novanta minuti con l'uomo attaccato addosso, Messi racconta certi particolari vissuti in campo:

"Se ci diciamo qualcosa? A volte sì. Dipende da come va la partita, cosa succede... a volte ci diciamo qualcosa".

La marcatura più complicata? Un nome che non ti aspetti, il fantasista del Barcellona non ha dubbi:

"Non ricordo, in realtà... Ah, Pablo Maffeo del Girona. Quello sì, è stato fin troppo esagerato".

Le tante botte prese in campo non sono un problema, Messi svela cosa lo infastidisce di più sul terreno di gioco:

"Non sono mai stato uno che si lamenta. Penso che il contatto fisico e i calci siano parte del gioco. Mi infastidiscono di più le entrate quando sono cattive e mi arrabbio un po’ di più. Ma se non è così non è un problema, fa parte del gioco e non la prendo male".

Potrebbe interessarti anche...