"Mi piacerebbe tornare a lavorare con Simeone": Morata allontana la Juve?

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Con il ritorno di Max Allegri sulla panchina della Juventus le quotazioni di Alvaro Morata, che prima sembrava destinato a tornare all'Atletico Madrid proprietario del suo cartellino, sono improvvisamente schizzate verso l'alto visto che il tecnico livornese ha intenzione di continuare a puntare sull'attaccante spagnolo nonostante le "sole" 11 reti messe a segno nella stagione da poco terminata.

Morata dopo il gol alla Fiorentina | Gabriele Maltinti/Getty Images
Morata dopo il gol alla Fiorentina | Gabriele Maltinti/Getty Images

Ma dal ritiro della nazionale spagnola in vista di Euro 2020 (al via il prossimo 11 giugno), Morata ha parlato del suo futuro 'spaventando' i tifosi bianconeri: "Non so cosa accadrà - le sue parole a Radio Onda Cero riportate da Calciomercato.com -. Sarebbe bello essere allenato nuovamente da Simeone ma non è che devo scegliere, potessi dire due squadre direi Atletico e Juventus. Non so cosa accadrà, giocherò dove mi vorranno di più". Morata, arrivato la scorsa estate (al posto di Luis Suarez...) a Torino con la formula del prestito oneroso da 10 milioni di euro, rinnovabile per questa stagione con altri 10 e diritto di riscatto fissato a 35 milioni (55 in totale quelli da versare ai Colchoneros).

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli