Michael Schumacher, l'ultimo gossip (non confermato) parla di una cura in Texas

Michael Schumacher è periodicamente al centro dell’attenzione mediatica a causa di notizie sul suo attuale stato di salute, le quali però non vengono praticamente mai confermate dalla sua famiglia né dalla sua portavoce. Ecco l’ultima, anch’essa non ufficiale: il sette volte campione del mondo di F1 sarebbe pronto a essere trasferito in Texas per sottoporsi a una speciale cura in grado di affrontare le lesioni cerebrali subite nel terribile incidente con gli sci del 29 dicembre 2013.

Michael Schumacher (AP)

A scriverlo è stato il giornale Bravo, noto settimanale tedesco dal tono semi-scandalistico: secondo le voci riportate – da imprecisati testimoni – l’ex pilota di Jordan, Benetton, Ferrari e Mercedes potrebbe essere trasferito negli Stati Uniti in una clinica seguita dal dottore Mark Weeks, esperto in lesioni cerebrali e coadiuvato da sistemi di cura all’avanguardia.

Tuttavia, come vogliamo rimarcare in modo netto, la notizia non sarà considerabile come veritiera finché non ci sarà la conferma della famiglia di Michael e della sua portavoce Sabine Kehm, uniche persone in grado di ufficializzare lo status di salute del leggendario pilota di Formula 1. La famiglia Schumacher, da sempre, è molto attenta nel trattamento della privacy e raramente emette comunicati. Questo accadeva già prima dell’incidente del 2013: Michael Schumacher ha sempre messo la propria libertà personale davanti alle esigenze e alle richieste dell’editoria.

Il gossip su un suo eventuale trasferimento ha inutilmente riacceso le illazioni riguardo a un suo possibile miglioramento delle condizioni di salute, in quanto necessarie per affrontare un viaggio dalla residenza in Svizzera fino negli Stati Uniti. Il supporto dei fan non si è comunque mai fermato nel corso di questi anni nei quali è stato mantenuto il massimo riserbo.

Nemmeno Mick Schumacher, il figlio ora impegnato nella F3 – per altro seguito da vicino dal fratello Ralf – ha mai parlato del padre riguardo alle condizioni di salute, limitandosi – si fa per dire – a un bellissimo giro d’onore a Spa lo scorso agosto, quando guidò la Benetton protagonista del primo dei sette mondiali conquistati da Michael.

Lo scorso maggio Sabine Kehm spiegò ai media che non verrà mai emesso un comunicato o un bollettino medico sulla salute parziale di Michael, salvo che per sua espressa volontà.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità