Mihajlovic commosso: "Ho trovato degli angeli custodi"

Il tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic ha parlato in conferenza stampa allo stadio Dall'Ara per fare il punto della situazione sulla sua malattia dopo il trapianto di midollo sostenuto alcune settimane fa. Con lui anche il primario di Ematologia, Michele Calvo. "In questi 4 mesi ho pianto e non ho più le lacrime. Mi sono rotto le palle di piangere", si è sfogato l'allenatore rossoblu.

Mihajlovic si è particolarmente commosso dopo l'arrivo a sorpresa della squadra intera in sala stampa: "Dire che ci sei mancato è poco, volevamo farti questa sorpresa anche se in questo momento sappiamo che non sei molto contento con noi per l'ultima partita. Volevamo solo dirti che siamo molto contenti di averti qui", ha detto Dzemaili a nome di tutti.

Così il tecnico serbo: "Ringrazio tutti, volevate essere di più ma vi ringrazio per aver rispettato le mie condizioni. Un'altra prova di solidarietà in questi ultimi quattro mesi. L'ultima volta avevo parlato il 13 luglio annunciando la malattia. Ora voglio spiegarvi il mio stato di salute. Volevo ringraziare tutti i medici per avermi supportato, nessuno meglio di loro sa quanto sia difficile affrontare la malattia. Voglio ringraziare tutti di cuore. Senza il loro aiuto non avrei mai fatto questo percorso, che secondo me sta andando molto bene".

"Ringrazio tutti, dai dottori che mi hanno assistito fino agli infermieri. Ho trovato degli angeli custodi, mi hanno aiutato anche psicologicamente. Persone fondamentali, senza di loro non avrei fatto quello che sto facendo. Li ringrazierò per tutta la vita. Mi ha dato tantissimo affetto. Mi dispiace non riuscire a citarli tutti".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...