Mihajlovic, il primario: "Siamo ancora in fase precoce"

adx/sam

Roma, 29 nov. (askanews) - "Siamo ancora in una fase precoce. Abbiamo bisogno di tempo per cercare di capire la risposta finale" del paziente, "per monitorare Sinisa, le possibili complicanze". Lo ha detto il primario dell'Ematologia del policlinico Sant'Orsola di Bologna Michele Cavo intervenendo in conferenza stampa assieme al tecnico serbo.

Mihajlovic è stato circondato da "un affetto trasversale" che "gli ha dato forza". Ma "a dispetto di questo carattere estremamente robusto e vigoroso si è sempre fidato ciecamente di noi anche quando i 'no' gli stavano stretti". "Sinisa mi ha chiesto di chiudere un cerchio aperto da 4 mesi. Legittimo dal suo punto di vista, ma per noi" medici "il cerchio non è ancora chiuso". "Per ora siamo felici di averlo restituito in questa ottima forma a tutta la comunità, sia quella laica sia quella sportiva", ma il monitoraggio delle condizioni del paziente continuerà.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...