Mihajlovic racconta il suo calvario: "Pesavo 72 kg, ero un morto che camminava"

Sinisa Mihajlovic spiega un 'passaggio' della sua malattia: "Avevo promesso ai miei giocatori di andare a Verona, ero un morto che camminava".
Sinisa Mihajlovic spiega un 'passaggio' della sua malattia: "Avevo promesso ai miei giocatori di andare a Verona, ero un morto che camminava".

Sinisa Mihajlovic sta finalmente meglio. Conoscete ormai tutti la storia della sua malattia e del percorso di cura che lo ha portato oggi, dopo quattro mesi e mezzo, a stare meglio e a tornarsi a godere la vita.

Nella giornata di ieri, ai microfoni della 'Gazzetta dello Sport', ha rilasciato alcune dichiarazioni molto significative sul suo percorso. Emblematica la promessa fatta alla squadra durante la malattia, di seguirla al Bentegodi di Verona.

"Adesso c’è il sole, si vede la luce. Nel calcio puoi avere tanti amici ma quando va male non ne hai più, ti ritrovi solo nel buio. La famiglia è importantissima, Arianna (la moglie ndr) è la sola persona che conosco che abbia più palle di me. Non tutti possono affrontare il male nello stesso modo, l’importante è non tirarsi indietro. Avevo promesso ai miei giocatori di andare a Verona, al tempo pesavo solo 72 chili, ero un morto che camminava, ma era una promessa. Bisogna darsi piccoli obiettivi".

Ma come si supera nel migliore dei modi una malattia come la leucemia? Ovviamente non c'è una ricetta unica, che vale per tutti, ma l'allenatore serbo ci tiene a raccontare la sua esperienza.

"Si vede il sole, siamo alla fine del tunnel. L'affetto ricevuto mi ha aiutato. Io non volevo fare l'eroe, affronto i problemi così. Non mi piace scappare. Ho continuato a fare il mio lavoro perché mi faceva sentire vivo. Non vedevo l'ora di vedere l'allenamento dei miei in diretta in tv dall'ospedale. Sono cose che mi tenevano in vita. Ma soprattutto la mia famiglia, mia moglie Arianna, i miei figli. Arianna è stata tutti i giorni con me. Ha dormito su una sedia".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...