Milan, agenda piena per Cardinale: oggi vede Pioli e la squadra a Milanello. E aspetta risposte per il nuovo stadio

Esordio con vittoria. Non solo per Charles de Ketelaere, il gioiello acquistato in estate dal Milan, ma anche per Gerry Cardinale, che si è goduto il successo nel derby contro l'Inter accanto a Paul e Gordon Singer. Una prima da ricordare per il nuovo patron rossonero, che questa mattina sarà a Milanello per incontrare e salutare allenatore e giocatori. Sarà l'occasione per complimentarsi con tutto il gruppo e per ribadire le intenzioni di RedBirld, ovvero dare continuità al progetto iniziato da Elliott. L'obiettivo è continuare a vincere in Italia e tornare a essere protagonisti in Europa, da raggiungere senza grossi debiti e con scelte scelte sostenibili. Anche sul fronte rinnovi.

STADIO - Per fare questo è fondamentale costruire un nuovo impianto di proprietà. In quest'ottica Cardinale si aspetta risposte entro la fine di novembre. Il 19 settembre inizierà il dibattito pubblico per lo stadio nell'area di San Siro, al termine del quale Milan e Inter decideranno se andare avanti con l'opzione milanese o valutare l'alternativa Sesto San Giovanni. S articolerà in dieci incontri, cinque pubblici (aperti ai cittadini) e altri cinque dedicati agli esperti, per un totale di 40 giorni. Per fine ottobre il ciclo sarà concluso e poi occorrerà aspettare la relazione di Pillon e un ultimo passaggio, il parere del Comune e dei due club su quanto emerso. L'obiettivo resta quello di iniziare i lavori nel 2023.