Milan, ancora nessun passo avanti per De Ketalaere: il Bruges continua a fare muro, le ultime

Lo stallo permane e nemmeno la giornata di oggi ha portato novità sostanziali sul futuro di Charles de Ketelaere e la direzione presa dal mercato del Milan. Come in una partita di scacchi in cui nessuno dei due giocatori vuole compiere la mossa decisiva, il club rossonero e il Bruges hanno ribadito pure nel contatto delle scorse ore le rispettive volontà. Da una parte i belgi si aspettano di ricevere una proposta da 35 milioni di euro più bonus per arrivare ai 37 promessi dal Leeds, dall'altra Maldini e Massara non si smuovono di un centimetro dall'ultima offerta di 30 più bonus (per un totale di 32), che in via Aldo Rossi viene considerata come definitiva.

IL GIOCATORE HA SCELTO - Nel corso del fine settimana Milan e Bruges saranno protagonisti di ulteriori contatti, ma più passano i giorni e più le sensazioni improntate all'ottimismo rischiano di essere intaccate. Dal canto suo il giocatore ha espresso da tempo la volontà di trasferirsi in Italia, rigettando il corteggiamento di Leicester e Leeds e sposando il progetto rossonero, con tanto di ok ad un contratto quinquennale da 2,5 milioni di euro netti a stagione. Dopo aver guardato i suoi compagni vincere la Supercoppa del Belgio contro il Gent, dalla panchina per tutti i 90 minuti, De Ketelaere resta un punto interrogativo anche in vista dell'esordio in campionato contro il Genk di domenica pomeriggio. "Per me fa ancora parte del club ed è disponibile anche per la prossima partita. Se è facile? Per lui non è facile, non ha mai vissuto un'esperienza simile. È qualcosa di speciale, cerchiamo di capirlo al meglio", ha dichiarato in conferenza stampa il tecnico del Bruges Carl Hoefkens.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli