Milan, c'è un doppio ostacolo per Dalot: Maldini valuta due alternative

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Completata la corsia di sinistra con l'ingaggio di Ballo-Touré come alternativa a Theo Hernandez, il Milan continua a monitorare il mercato per la fascia opposta, che sarà occupata ancora da Davide Calabria, fresco di rinnovo fino al 2025. In attesa di novità relative ad Andrea Conti, rientrato dal prestito al Parma e che rimane in uscita, il nome più gradito per il club rossonero resta quello di Diogo Dalot. Che ad oggi è anche l'obiettivo più complicato da perseguire.

DOPPIO OSTACOLO - Il Manchester United continua a fare muro e non prende in considerazione la proposta del Milan, che si ferma al rinnovo del prestito con diritto di riscatto della passata stagione. Nel frattempo, il laterale portoghese ha disputato un campionato in crescendo con la maglia rossonera e ha preso parte anche all'ultimo Europeo, ragioni che inducono i Red Devils a pretendere quanto meno l'obbligo di riscatto a una cifra non lontana dai 20 milioni di euro. E, come se non bastasse, nelle ultime settimane va registrato l'interesse avanzato da Carlo Ancelotti, che ha indicato il nome di Dalot per il Real Madrid.

L'OCCASIONE - I blancos, che hanno appena ritrovato Carvajal dopo una serie di problemi fisici, sono disposti a lasciar partire con la formula del prestito Alvaro Odriozola, che nella passata stagione ha trovato pochissimo spazio con Zidane e che difficilmente ne avrebbe pure con l'allenatore italiano. Nell'ambito delle chiacchierate per il ritorno a Milano di Brahim Diaz, insieme ai nomi di Isco e Ceballos, Maldini e Massara hanno discusso con la dirigenza del club spagnolo proprio del nome dell'ex giocatore della Real Sociedad, che può rappresentare un'occasione nelle prossime settimane di calciomercato.

VECCHIO PALLINO - Un'alternativa ma non l'unica, vista che nei giorni scorsi calciomercato.com vi ha raccontato del canale sempre aperto tra il ds rossonero e Serge Aurier, pallino di vecchia data già trattato nel corso dell'estate 2020. Il suo contratto col Tottenham scade nel 2022 e il nuovo tecnico Nuno Espirito Santo sarà chiamato ad esprimersi sul suo futuro a breve. Nessun contatto è ancora avvenuto tra il Milan e il Tottenham del nuovo responsabile dell'area tecnica Fabio Paratici, ma anche il profilo dell'esterno ivoriano va appuntato come soluzione sviluppabile nelle settimane a venire. Completata la batteria di sinistra, il Milan non si ferma e prosegue la ricerca del vice-Calabria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli