Milan, con l’Atalanta è la partita di Pioli tra presente e futuro

·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Novanta minuti per certificare quanto costruito in questo stagione e scrivere un futuro in linea con quello che è il blasone del club. Domani sera a Bergamo il Milan è chiamato alla vittoria che vorrebbe dire Champions League. Una competizione che è stata la casa del Milan ma che manca oramai da 7 lunghissimi anni. Probabilmente sarà la partita più importante anche della carriera di Stefano Pioli che vuole scrivere un pezzo di storia a tinte rossonere.

LA POSIZIONE DI PIOLI- La Roma ha ufficializzato Josè Mourinho, la Juventus riflette su Andrea Pirlo, Rino Gattuso saluterà il Napoli e molto probabilmente anche Simone Inzaghi la Lazio. In questa rivoluzione delle panchine tra le big della serie A non dovrebbe rientrare Stefano Pioli. Dal club rossonero filtra la linea di un tecnico legato alla qualificazione alla prossima Champions League. Il Milan si dice soddisfatto del lavoro svolto dal tecnico emiliano in questo anno e mezzo tanto che nei giorni scorsi si è parlato anche di un possibile rinnovo del contratto fino al 2024. Ma le valutazioni e i bilanci verrano fatti a bocce ferme, ora la testa all’Atalanta. Per allontanare anche le voci su un possibile approdo in rossonero di Maurizio Sarri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli