Milan, da Squinzi una stoccata a Montella: "Non è un allenatore top"

Il tecnico del Milan, Vincenzo Montella, commenta la sconfitta patita contro l'Inter: "I ragazzi hanno giocato con l'anima, così non perderemo più".

Le due battute d'arresto consecutive contro Sampdoria e Roma hanno ridimensionato e non poco le ambizioni del Milan: la posizione di Vincenzo Montella non è più così salda come qualche settimana fa ed il derby contro l'Inter di domenica 15 ottobre potrebbe rivelarsi decisivo per il suo futuro.

Il patron del Sassuolo, Giorgio Squinzi, è un noto tifoso milanista che, come ogni appassionato, soffre quando la propria squadra stenta. Intervistato da 'La Gazzetta dello Sport', ha rivelato un gustoso retroscena con protagonista Silvio Berlusconi, relativo al derby dello scorso aprile: "Ricordo che quel giorno Berlusconi mi telefonò dopo il primo tempo. Mi disse: "Quell’allenatore capisce poco”. Ce l’aveva con Montella".

Da Squinzi non arrivano parole al miele per l' 'Aereoplanino', tutt'altro: "Credo che Montella vada lasciato lavorare, come Bucchi da noi. Secondo me non è l’allenatore che ci riporterà la Champions, credo non sia un tecnico top ma è un buon allenatore".

Molte perplessità anche sull'arrivo di Bonucci, già capitano dei rossoneri: "Io avrei aspettato anche a dare la fascia a Bonucci, magari sarà il capitano più bravo del mondo ma per me la fascia si dà a chi è ascoltato in spogliatoio e conosce la squadra. Bonucci all’inizio non poteva conoscerla".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità