Milan-Dinamo Zagabria, gli ultras croati fanno paura: 14 fermati in possesso di bastoni e coltelli

La minaccia ultrà proveniente dalla Croazia fa paura a Milano, a poche ore dal calcio di inizio della sfida di Champions League tra Milan e Dinamo Zagabria. A San Siro sono attesi circa 4000 esponenti dei Bad Blue Boys, la frangia più estrema del tifo della formazione della capitale: il Prefetto del capoluogo milanese ha predisposto delle misure eccezionali di sicurezza già nella giornata di ieri (tra cui il divieto della vendita di alcolici nelle zone centrali della città) e lo stesso club rossonero ha disposto lo spostamento in altri settori dello stadio di quei tifosi - in primo e secondo anello verde - che avrebbero rischiato di diventare bersagli del lancio di oggetti.

L'attesa per il match cresce e con essa il timore di possibili intemperanze da parte dei supporters croati: proprio nelle scorse ore, le forze dell'ordine sono state chiamate in causa col fermo e la denuncia di 14 persone trovate in possesso di bastoni, coltelli e fumogeni. Per l'occasione, il dispiegamento di forze di polizia è particolarmente ingente, con lo scopo di scongiurare episodi di violenza prima, durante e dopo il fischio di inizio a San Siro, previsto per le 18.45.