Milan, Elliott e Rangnick concordi: deciso il futuro di Calhanoglu

Omar Abo Arab
90min

In tempi di rivoluzione e tante novità, che riguardano sia la sfera tecnica che quella della dirigenza, per il Milan c'è comunque un punto fisso da cui ripartire per costruire la squadra del futuro.


Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
AC Milan v Juventus - Coppa Italia: Semi Final
AC Milan v Juventus - Coppa Italia: Semi Final

E quel punto ha un nome e cognome: Hakan Calhanoglu. Il centrocampista turco è uno dei pochi superstiti, uno di quelli sempre presenti (e in più ruoli) pur con le miriadi di cambi di allenatore vissute nelle ultime stagioni rossonere. E se anche dovesse arrivare Ralf Rangnick in panchina la situazione non cambierà, perchè Calhanoglu non solo non lascerà, ma addirittura raddoppierà. Anche il tecnico tedesco ha dato il suo assenso al rinnovo del centrocampista.


Rangnick vorrebbe farne uno dei punti fermi del suo 4-4-2: per lui pronto un ruolo da esterno di centrocampo con licenza di accentrarsi e provare la conclusione da fuori area. E sul futuro del classe 1994 concorda anche Elliott: si proverà a rinnovare il suo contratto in scadenza a giugno 2021, con il calciatore che di recente ha lasciato il suo vecchio agente per affidarsi all'agenzia ISMG International, (molto presente in Bundesliga, tra l'altro). E Calhanoglu, nonostante alcune incomprensioni con parte dei tifosi rossoneri, ha una missione: restare al Milan.


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!


Potrebbe interessarti anche...