Milan, giornata horror per De Sciglio: fischi e colluttazione con i tifosi!

Quanto accaduto domenica a San Siro ha ulteriormente deteriorato il rapporto tra il Milan e De Sciglio: la Juve ci prova, Allegri 'main sponsor'.

Giornata da incubo per il Milan e soprattutto per Mattia De Sciglio, peraltro capitano in occasione della partita contro l'Empoli. I toscani hanno clamorosamente espugnato San Siro e al momento della sostituzione il terzino italiano è stato pesantemente fischiato dalla tifoseria.

Sul risultato di 0-2 per gli ospiti, De Sciglio è stato richiamato in panchina per l'ingresso di Ocampos: dalle tribune pioggia di fischi per il capitano del Diavolo, autore di una brutta prestazione come tutta la squadra.

Ma la domenica 'horror' del giocatore è proseguita fuori dallo stadio: un gruppo di tifosi ha accerchiato l'auto di De Sciglio all'uscita dal garage. Ne è scaturito prima un battibecco, che poi si è trasformato in una rissa.

Secondo la ricostruzione della 'Gazzetta dello Sport', un tifoso - quando ha adocchiato l’auto su cui il terzino viaggiava assieme ai genitori - si è scatenato: insulti pesanti, inviti ad andare alla Juventus, manate contro i vetri della vettura aziendale, in particolare dal lato della madre del difensore.

A quel punto il padre è sceso dall’auto, provando a placare il contestatore, ma la situazione è degenerata nel momento in cui è uscita dall'auto anche la madre. Il tifoso l’avrebbe infatti spintonata, lanciando poi una bottiglia di birra contro una ruota della macchina. Lì è sceso anche De Sciglio, puntando dritto verso l’aggressore, ma è stato fermato da alcuni presenti, che hanno evitato il contatto. Il padre invece - riferisce la 'rosea' - è andato diretto verso il tifoso, che ha avuto la peggio nella colluttazione che è seguita.

Le forze dell’ordine hanno quindi fatto rientrare tutta la famiglia all’interno della macchina e l’hanno riaccompagnata in garage, anche perché nel frattempo si erano radunati altri tifosi che avevano iniziato a inveire contro il giocatore, mentre l’aggressore veniva fermato dalla polizia.

De Sciglio era anche diffidato e con l'ammonizione rimediata oggi scatterà la squalifica in vista dell'insidiosa trasferta di Crotone, che a questo punto diventa fondamentale per la corsa verso l'Europa.

Un ulteriore segnale di addio per il giocatore, che continua ad essere corteggiato dalla Juventus e sembra ormai ai ferri corti con la tifoseria rossonera: il rinnovo tarda ad arrivare e Marotta potrebbe sferrare l'attacco in sede di mercato.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità