Milan, Giroud: 'Orgoglioso dei miei 300 gol, se vinco il Mondiale faccio una follia. Ritiro? Ho parlato con Ibra e...'

Nella vittoria del Milan nel derby di ieri c'è anche la firma di Olivier Giroud, che la settimana scorsa contro il Bologna aveva segnato il 300° gol della sua carriera: "E' un bel numero, sono orgoglioso di aver raggiunto questo traguardo - ha detto in un'intervista a Telefoot - Ora spero di non fermarmi qui. I gol più belli? Il tiro al volo in Francia-Svezia, e le rovesciate con il Chelsea contro Atletico Madrid e con l'Arsenal contro la Stella Rossa".

CHELSEA - "Sono andato via ma siamo rimasti in buoni rapporti, così come lo sono con tutti i club che ho lasciato. Affrontare il Chelsea con la maglia del Milan è fantastico, credo che sarà un bel momento. Mi sento ancora motivato e determinato a fare bene, finché sto bene fisicamente vorrei continuare a giocare. Ne ho parlato con Ibra, anche lui la pensa come me ed è ancora affamato di vittorie".

MONDIALE - "E' un obiettivo, ma non sono io a scegliere. Fare il terzo Mondiale con la Francia è un'opportunità importante, sarebbe sciocco dire che non ci penso. La convocazione la vedo come un di più, ma l'obiettivo principale è fare bene con il Milan. Se poi andrò al Mondiale e lo vincerò dovrò fare qualcosa... di folle: dopo quasi otto anni mi raderò la barba!".