Milan, Ibrahimovic amaro: "Volevo segnare e fare il segno di Dio sotto la curva"

Zlatan Ibrahimovic spiega i problemi del Milan: "Manca fiducia e aggressività nel fare goal, ho spiegato a Leao i movimenti da fare".
Zlatan Ibrahimovic spiega i problemi del Milan: "Manca fiducia e aggressività nel fare goal, ho spiegato a Leao i movimenti da fare".

Non basta il ritorno di Zlatan Ibrahimovic a un Milan che continua a palesare enormi problemi in fase offensiva: la banda di Pioli non va oltre lo 0-0 casalingo contro la Sampdoria e il fuoriclasse svedese ha provato a spiegare i problemi del Diavolo a fine partita.


Questo il suo commento ai microfoni di 'Sky Sport' dopo il fischio finale:

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Si vede in campo che manca tanta fiducia ed aggressività nel fare goal, siamo poco concreti. Bisogna capire cosa fare per far uscire il massimale della squadra. Sono qua da quattro giorni, proverò ad aiutare in tutti i modi. Manca un po’ di fiducia".

Non è arrivato il goal che avrebbe fatto tremare San Siro dopo il suo ingresso in campo, ma le emozioni sono sempre le stesse:

"Si sentiva tanta adrenalina, tanta emozione, mi riportava indietro di 9-10 anni. Il rapporto con i tifosi è sempre bello, mi dà tante motivazioni. Sono molto emozionato, in campo sono concentrato, volevo fare goal e fare il segno di Dio sotto la curva".

Una guida per i tanti giovani presenti in rosa, Ibrahimovic ha già dato le prime preziose istruzioni a Leao:

"Gli ho spiegato che movimenti deve fare, questa è tutta esperienza. Dobbiamo soffrire per il momento, i tifosi non sono contenti, i risultati non sono positivi. Lavoriamo e pensiamo positivo".

Potrebbe interessarti anche...