Milan, il rinnovo di Donnarumma non si sblocca: il piano B è Maignan

Daniele Longo
·1 minuto per la lettura

La trattativa tra Mino Raiola e il Milan per il rinnovo di Gianluigi Donnarumma sta attraversando una fase di stallo che inizia a preoccupare i tifosi rossoneri. La data del 30 giugno si avvicina sempre di più, l'accordo non è ancora stato trovata e la distanza è ampia. Va sottolineato che il club di via Aldo Rossi ha già profuso uno sforzo importante proponendo un contratto quinquennale a 7,5 milioni (bonus compresi) perché consapevole che perdere un classe 99' di questo livello a parametro zero rappresenterebbe una beffa clamorosa. Le parti sono in contatto anche nelle ultime ore per cercare un'intesa totale al netto di quelle che sono delle difficoltà oggettive.

IL PIANO B E' MAIGNAN - La priorità resta il rinnovo del portierone di Castellammare di Stabia ma il Milan non ha intenzione di farsi trovare impreparato in caso di rottura. C'è una pista che porta a Perluigi Gollini dell'Atalanta, profilo gradito a Paolo Maldini e che potrebbe salutare l'Atalanta a fine stagione. Nelle ultime ore l'L'Équipe ha svelato l'interessamento rossonero per il 25enne portiere del Lille Mike Maignan. Una indiscrezione che trova conferme totali. il Milan è rimasto stregato dalle sue qualità nel doppio confronto europeo. I rapporti con il club bretone sono ottimi e potrebbero favorire l'eventuale apertura di una vera e propria trattativa. Un primo contatto tra le parti c'è stato, Maignan potrebbe lasciare la Francia per 10/11 milioni di euro data la scadenza del contratto prevista nell'estate del 2022.