Milan, Inter e Juve su Lucca, il presidente del Pisa: 'Preso per 3 milioni, ora con 20 milioni...'

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Nel mirino delle big. Soprattutto Milan e Inter, che pensano a lui per il 2022. Lorenzo Lucca è il nuovo che avanza del calcio italiano, dai suoi piedi e dalla sua testa nascono le ambizioni di promozione del Pisa, che guida la B con un punto di vantaggio sul Brescia e due sul Lecce. Di lui ha parlato Giuseppe Corrado, presidente del club toscano, intervistato da La Gazzetta dello Sport: "​Lo voleva anche il Sassuolo. La richiesta del Palermo era di 3 milioni, noi ne offrivamo 2. Knaster ha detto: “Se il giocatore è forte, 2 o 3 non cambia. Cosa ha il Sassuolo più di noi? La Serie A: facciamo capire a Lucca che con lui ci possiamo arrivare”. E abbiamo chiuso: il Sassuolo si è ritirato e con i bonus abbiamo soddisfatto il Palermo".

VALORE - "Quanto vale ora? Non lo so, ma se facciamo 20 milioni Knaster si è già ripagato l’investimento (ha preso il 75% del vecchio socio Enzo Ricci per quasi 22 milioni ndr). Non abbiamo ancora un progetto su di lui, di sicuro genera valore all’impresa e le opportunità si creano attraverso le prestazioni. L’importante è mantenere equilibrio. I tifosi non capiscono, soprattutto quelli del calcio di una volta. Ma un imprenditore è come il tifoso, le aspettative sono alte. Non possiamo stare 10 anni in B così. A chi non piacerebbe andare in A? Però con le basi giuste, come il Sassuolo che è l’esempio che seguiamo. Sapendo che Pisa è una piazza molto più grande".

GENERARE VALORE - "Queste cose le disse Gazidis quando prese il Milan e i risultati si vedono. Ho sentito Agnelli dire che i parametri zero sono i nemici di una sana gestione: nel 2006 Berlusconi mi chiese consigli e dissi la stessa cosa, era meglio l’investimento di 21 milioni per Gilardino che il parametro zero Cafu, che guadagnava 5 volte di più senza dare valore al club. Rese di più Cafu, ma per il valore del Milan è stato più importante Gilardino".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli