Milan-Juventus, Higuain perde la testa: espulso, spinge anche Ronaldo ed esce in lacrime

Goal.com

Era certamente uno degli uomini già attesi di Milan - Juventus , la sua prestazione però non solo non è stata all’altezza delle aspettative, ma è stata probabilmente una delle peggiori in assoluto da quando gioca in Italia.

Gonzalo Higuain è stato l’uomo che maggiormente ha deluso a San Siro . Se nel primo tempo ha fallito un calcio di rigore, nella ripresa è riuscito anche a fare di peggio, facendosi espellere a causa di una reazione quanto mai esagerata dopo un fallo commesso ai danni di Benatia .

L’attaccante argentino, dopo un giallo per proteste, ha letteralmente perso la testa, rendendosi protagonista di scene alle quali non ha di certo abituato nel corso della sua carriera. Prima ha urlato tutta la sua rabbia in faccia all’arbitro Mazzoleni , che ha prontamente estratto il rosso diretto, poi ha cercato di svincolarsi dalla presa di compagni ed ex compagni della Juve per continuare ad inveire contro il direttore di gara.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Tra coloro che hanno cercato di calmarlo anche Chiellini e Cristiano Ronaldo (quest’ultimo ex compagno dell’argentino al Real Madrid, è stato anche spinto dal Pipita), il tutto mentre Romagnoli cercava di trascinarlo verso il bordo del campo. Higuain , nel dirigersi verso gli spogliatoi, è poi scoppiato in lacrime e vano è stato il tentativo di Matuidi di consolarlo.

A fine gara, parlando dell’accaduto, Cristiano Ronaldo ai microfoni di Sky ha spiegato: “A Higuain ho detto di non esagerare, rischiava una sanzione maggiore. Stava perdendo ed era nervoso, ma non va colpevolizzato ”.

Lo stesso Higuain ha parlatoa  fine gara, facendo mea culpa: "Voglio chiedere scusa alla squadra, al mister e ai tifosi per la mia reazione. L'arbitro sa che cosa gli ho detto, anche loro a volte devono capire la situazione delle partite, l'emozione. Per me è stato fallo di Benatia, ha fischiato contro di noi ammonendomi, poi sono andato da lui e mi ha dato il rosso".

Higuain ha ancora una volta evidenziato come l'addio alla Juventus non sia stata una sua decisione. Ma con l'arrivo di Cristiano Ronaldo la dirigenza bianconera ha dovuto fare una scelta: "Lo sanno tutti quello che ho fatto alla Juventus e quello che ho vinto, la decisione è stata degli altri, non mia. Il Milan ha dimostrato amore e convinzione e sono venuto qua".

"L'affetto degli ex compagni significa che quello che ho fatto fuori dal campo ha aiutato. Senza dubbio, sono una persona e un giocatore che si emoziona, a volte mi è difficile controllare i sentimenti. Si vede subito quando sto bene e quando sto male. Sono così. Noi siamo un esempio per i bambini, ma non siamo robot".

Il rischio adesso è quello che Higuain possa incappare in una lunga squalifica e saltare diverse delle prossime sfide che attendono il Milan.

Potrebbe interessarti anche...