Milan, la caccia al difensore continua: tra Tanganga e N'Dicka, la situazione

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il Milan prosegue la preparazione a Klagenfurt, dove mercoledì affronterà in amichevole il Wolfsberger. Pioli al lavoro in Austria, non Maldini e Massara che sono rientrati a Milano per portare avanti parallelamente il proprio lavoro sul mercato. Sono giorni caldi per i rossoneri, cruciali per quanto riguarda il fronte Charles De Ketelaere, ma la trattativa con il Bruges non è l'unica operazione sul tavolo della dirigenza rossonera che nel frattempo porta avanti due fronti pronti ad accendersi una volta risolta la situazione del trequartista: quello del centrocampista, tra Renato Sanches e il baby gioiello dell'Aston Villa Carney Chukwuemeka, ma anche quello del difensore.

LA SITUAZIONE - Regalare a Pioli un altro centrale era ed è uno dei punti nel programma di mercato milanista, con il nome di Japhet Tanganga che si è fatto largo fino a diventare il primo sulla lista di Maldini e Massara. Che si sono già mossi con l'entourage del classe '99 e con il Tottenham, visto anche l'incontro con il ds degli inglesi Fabio Paratici: il nodo non è costituito tanto dalla formula, si ragiona a un prestito con diritto di riscatto e controriscatto in favore degli Spurs, quanto più dalle cifre dell'affare ancora da definire. Cifre che possono poi essere il vero ostacolo anche per l'eventuale alternativa a Tanganga, quell'Evan N'Dicka che il Diavolo aveva già seguito in passato e che ora è tornato a fare capolino nell'agenda rossonera. L'Eintracht Francoforte, per bocca del ds Krosche, ha confermato di aver registrato l'interessamento del Milan, pur non avendo ancora ricevuto offerte formali, ma nonostante il contratto del classe '99 scada nel 2023 - e non si intravedano margini per il rinnovo - non ha intenzione di svendere il centrale mancino: circa 20 milioni di euro la richiesta dei tedeschi, una valutazione ritenuta al momento eccessiva dalla società di via Aldo Rossi. Prima la risoluzione in un senso o nell'altro della questione De Ketelaere, poi Maldini e Massara torneranno a lavorare sul difensore: Tanganga, N'Dicka o nuovi profili, il Milan prosegue nella caccia al nuovo difensore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli