Milan, la carica di Kessie: "Voglio restare a lungo e riportare il club in Champions League"

Omar Abo Arab
·2 minuto per la lettura

Ieri ha suggellato l'ennesima grande prestazione dando il là alla rimonta del Milan con il Parma con un bolide dalla distanza che ha lasciato di sasso il povero Sepe. Ma il gol è solo la ciliegina sulla torta di un periodo davvero splendido per Franck Kessie che, da sicuro partente, è diventato fondamentale per il club rossonero, che ora punta a tenerlo.


AC Milan v Parma Calcio - Serie A
AC Milan v Parma Calcio - Serie A

Milan-Parma 3-1: continua la corsa all'Europa di Pioli


E il centrocampista ivoriano, ai microfoni di Sky Sport, ha commentato così il suo momento: "Nei mesi a casa abbiamo seguito le indicazioni di Pioli e del preparatore atletico ed i risultati si sono visti. Abbiamo vinto con le grandi squadre perché lo siamo anche noi - le parole di Kessie riportate da gianlucadimarzio.com -. Dobbiamo restare così fino alla fine. Quando arriva un allenatore, come sempre, si fa un po' fatica all'inizio. Mi ha spiegato tante cose, sto provando a fare quello che mi chiede. Con Gattuso giocavo in un altro modo. Avevo bisogno di un po' di tempo per capire cosa volesse Pioli. Ancora tutto è possibile, dobbiamo dare sempre il massimo. Dobbiamo cercare di raccogliere il massimo dei punti in ogni partita. Anche chi entra in panchina lo fa a duemila, meglio di chi sta in campo".


Milan-Parma 3-1: le pagelle rossonere


"Ho un buon rapporto con tutta la squadra. Sono contento per Calhanoglu perché sta dimostrando le sue qualità come visto in Germania. Ibrahimovic è un gran campione, uno come lui aiuta tutta la squadra ed i compagni". Poi la chiosa sul suo futuro. Addio smentito: "Nessuno mi ha detto di andare via e voglio restare al Milan a lungo e dare l'esempio. L'obiettivo è tornare in Champions League".


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.