Milan, l'Atalanta ha 5 milioni di motivi per non perdere. Ecco gli incassi della A in base al piazzamento: il Bologna...

·2 minuto per la lettura

Qualificarsi o non qualificarsi in Champions fa tutta la differenza del mondo, sia in termini sportivi che economici. Nel primo caso è il confine tra stagione deludente e stagione soddisfacente, nel secondo a parlare sarà il bilancio, con gli introiti della massima competizione per club che fanno sorridere chi la disputa, rimpinguando a dovere le casse. Non è tutto Champions quello che luccica però, perché anche un piazzamento in campionato, a livello economico, cambia, se non tutto, tanto.

MILAN, NAPOLI E JUVE - Milan, Napoli e Juventus, una triade per due posti Champions. Le squadre di Pioli e Gattuso sono a pari punti a 76, quella di Pirlo insegue a 75, coi rossoneri che hanno l'impegno più difficile, in casa dell'Atalanta, seconda in campionato, miglior attacco della Serie A, bestia nera milanista; partenopei e bianconeri, invece, sfidano Verona e Bologna. Se tutte e tre hanno raggiunto i propri obiettivi sportivi, Champions e salvezza, una vittoria può far la differenza a livello economico.

ATALANTA - Sì, perché la 'ripartizione quota diritti tv' va in base al piazzamento e per questo il campionato non è finito per nessuno. L'Atalanta, ora seconda, se perde contro il Milan rischia di arrivare quarta, dietro ai rossoneri e anche al Napoli in caso di vittoria col Verona. La Champions è già aritmetica, è vero, ma la differenza tra secondo e quarto posto è di più di 5 milioni: la seconda ne percepisce 19,4, la quarta 14,2. Non perdere contro il Milan, quindi, fa tutta la differenza del mondo.

VERONA E BOLOGNA - Il Bologna è impegnato questa sera proprio contro il Verona, in ballo c'è il decimo posto. Se i felsinei dovessero vincere, il decimo posto tornerebbe in gioco, così come quasi un milione di euro: all'undicesima vanno 5,5 milioni, alla decima 6,3. Se dovesse, invece, vincere il Verona, a livello economico il Bologna dovrebbe guardarsi alle spalle. Insomma, niente è deciso, anche quello che è... deciso. Dietro al piazzamento ci sono i milioni. 5 per l'Atalanta, uno per Bologna e Verona. Con Milan, Napoli e Juventus che cercano tutto: piazzamento e Champions. Perché per loro ​qualificarsi o non qualificarsi in Champions fa tutta la differenza del mondo, sia in termini sportivi che economici.