Milan-Lazio, Bakayoko e Kessié con la maglia di Acerbi: “Era uno scherzo”

Goal.com
BANNER CAMPAGNA MILAN-LAZIO COPPA ITALIA
BANNER CAMPAGNA MILAN-LAZIO COPPA ITALIA

Brutto episodio al termine di Milan-Lazio . I giocatori rossoneri hanno infatti deciso di recarsi sotto la Curva Sud per festeggiare l'importante vittoria con i propri tifosi, finendo però per esporre in segno di scherno la maglia di Francesco Acerbi.

A macchiarsi del gesto in particolare Franck Kessié e Tiemoue Bakayoko , i quali hanno mostrato la maglia del difensore biancoceleste, prima dell'intervento risolutore di Mateo Musacchio, che ha sottratto la maglia ai compagni.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Una volta negli spogliatoi, Bakayoko ha poi pubblicato una storia sul proprio profilo Instagram nella quale ha mostrato nuovamente la maglia di Acerbi e la scritta "1-0 amico mio" , accompagnata dall'hashtag #ForzaMilan.

Acerbi-Bakayoko
Acerbi-Bakayoko

Pochi minuti dopo è arrivata anche la risposta social proprio di Acerbi, il quale si è detto molto amareggiato per il comportamento tenuto dai colleghi rossoneri. Il difensore della Lazio aveva infatti scambiato la propria maglia con il centrocampista francese per mettere la parola fine alle polemiche che erano sorte al termine dello scorso weekend di campionato.

"Sono dispiaciuto perché ho scambiato la maglia per mettere fine alla questione, fomentare odio non è sport ma un segno di debolezza".

Al termine della gara pareggiata dalla Lazio contro il Sassuolo domenica scorsa, Acerbi aveva infatti presentato la successiva gara contro il Milan come una sfida che avrebbe visto la Lazio come la squadra più forte, sottolineando come i giocatori biancocelesti siano migliori di quelli rossoneri .

Delle parole che non erano piaciute a Bakayoko, il quale aveva risposto immediatamente con un "ci vediamo sabato" via social. Una polemica che ha poi portato al brutto gesto di questa sera, commentato anche dal tecnico del Milan Gennaro Gattuso in conferenza stampa.

"Bisogna chiedere scusa, queste cose non si fanno. Si smanetta troppo e un professionista deve usare meno possibile i social network e concentrarsi a fare un'ora di allenamento in più".

A provare a chiudere definitivamente la vicenda è stato infine proprio Bakayoko. Sempre attraverso i social, il francese si è infatti voluto scusare con Acerbi per quanto fatto questa sera, specificando come si trattasse solamente di un 'gesto scherzoso'.

 

Scuse arrivate poi anche dall'altro milanista coinvolto nella vicenda, ovvero Franck Kessié. Come il francese, anche l'ivoriano ha infatti etichettato il gesto nei confronti di Acerbi come uno scherzo e nulla di più.

"Orgoglioso di indossare questa maglia...di questi tifosi...di questa società. Le mie scuse più sincere a Francesco Acerbi. Volevo semplicemente scherzare, niente di più. Massimo rispetto per tutti".

Potrebbe interessarti anche...