Milan, Maldini: 'Kessie? La società gestisce i contratti, l'allenatore il campo. Su scudetto e Ibrahimovic...'

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Prima di Atalanta-Milan, il dirigente rossonero Paolo Maldini è intervenuto a Dazn: "Scudetto? La nostra idea è quella di migliorare, sappiamo la differenza tra il piazzarsi bene e vincere. Al Milan la conosciamo bene: è una differenza sottile, ma è questo lo step difficile da fare".

GOL DI DANIEL MALDINI - "Esulto sempre anche ai gol degli altri giocatori, sono sempre molto trasportato. Il gol di Daniel mi ha creato un'emozione particolare, un misto di soddisfazione paterna e anche sportiva: quello che lui sta provando è quello che provavo io, con tanti pregiudizi e tanta pressione. Sono contento di questo momento".

INFORTUNATI - "Ibrahimovic? L'idea è di rivederlo dopo la sosta, non ha lesione ma un dolore al polpaccio. Come lui, dovrebbe essere pronto Giroud, Bakayoko e Krunic: avremo senza dubbio dei rientri importanti e oggi va in panchina Messias. L gestione di Zlatan sarà particolare, il dialogo con l'allenatore è fondamentale per capire quando giocare e quando no. Giroud ha un problema alla schiena accusato a Liverpool: pensavamo fosse passato, ma si è ripresentato".

KESSIE TITOLARE - "C'è la gestione della partita che si affronta: cerchiamo di mettere i migliori in campo. La gestione dei contratti la facciamo noi, la gestione del campo la fa l'allenatore".

TRASFERTE A BERGAMO - "Nel 5-0 si stava distruggendo tutto, ma da lì siamo riusciti a tirar fuori cose positive. Il ricordo più vivo è l'ultimo, lo 0-2 dello scorso anno".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli