Milan, Maldini: 'Kessie? Non è un tema caldo. Non giudico scelte economiche, ci sarà l'ennesimo incontro'

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il direttore generale del Milan, Paolo Maldini, ha parlato nel prepartita della sfida decisiva di Champions League contro il

CASA DEL MILAN - "La Champions è la casa del Milan, questa è la nostra storia. Poi la storia cambia e a volte ritorna, speriamo sia questo il caso"

PATO E LEAO - "Per quello che riguarda Pato e il paragone con Leao, lui prendeva il motorino per fare quelle accelerazioni. Ci sono giocatori che non si rendono conto della loro velocità. A volte basterebbe lanciare la palla avanti e farli correre".

LA CHAMPIONS DIFFICILE - "Ci vorrebbe un ranking migliore e partire in quarta fascia in questo girone era ed è molto difficile. Abbiamo fatto molto bene con Liverpool e Atletico e male col Porto. Probabilmente non meritiamo gli zero punti, ma questa è una squadra giovane e ci aiuterà a crescere".

RITMO - "In campionato i ritmi sono diversi, dobbiamo tenere i ritmi alti anche in campionato così che poi si riesca a fare meglio anche in Europa con squadre che corrono di più".

KESSIE - "Con Kessie è tanto che stiamo parlando ed è tanto che ne stiamo parlando. Ci sarà ancora occasione di incontrarci con il suo agente. Non è il tema del giorno. Abbiamo questo impegno e quello di domenica che ci dirà qualcosa del nostro futuro. Capiamo benissimo il discorso economico e io non sono qui per giudicare. Però ci tengo a dire che anche l'anno scorso tutti i ragazzi che erano in scadenza hanno mostrato sempre grande professionalità. Se siamo in Champions quest'anno è anche grazie a Calhanoglu e Donnarumma".

DIFESA ALTA - "Noi cerchiamo sempre di aggrredire molto alti. Ci sono poi partite come quelle di Liverpool in cui non si riesce soprattutto nei primi 30 minuti".

SERENITA' "La base è quella che abbiamo creato. I campioni fanno la differenza. L'idea è di spirito di squadra e di gioco, è comune e la prende l'allenatore con i dirigenti e anche con i giocatori".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli