Milan, Montella ha già eguagliato i punti di Mihajlovic, Inzaghi e Seedorf

Montella presenta lo scontro per l'Europa tra Milan e Atalanta: "Sarà come una finale, serve spensieratezza. Montolivo ok, Romagnoli vuole esserci".

Come succede negli ultimi anni dalle parti di Milano, le due squadre meneghine non hanno disputato grandi campionati di Serie A, per usare un eufemismo. In particolare il Milan arriva da tre anni, prima dell'arrivo di Montella, davvero deludenti. 

Facciamo un passo indietro e ricapitoliamo. Nella stagione 2013-2014, la prima davvero tormentata in casa rossonera, si avvicendano in panchina prima Massimiliano Allegri e poi Clarence Seedorf. Il risultato è un ottavo posto con un totale di 57 punti. L'olandese poi sarà allontanato dalla panchina.

Nella stagione 2014-2015 l'allenatore rossonero è Pippo Inzaghi. L'annata parte bene, con qualche bella partita che esaltò i tifosi, ma nella seconda parte la squadra crollò. Il risultato è un decimo posto con un totale di 52 punti messi in bacheca. Anche in questo caso Inzaghi fu allontanato. 

Nella stagone 2015-2016 si avvicendano Sinisa Mihajlovic e Cristian Brocchi, con quest'ultimo chiamato proprio per il rush finale di campionato. Si ripete un po' l'annata di prima, con una buona partenza ed un crollo alla fine. Il risultato è un settimo posto con 57 punti totali.

Il Milan di Vincenzo Montella ha già totalizzato 57 punti, mancano sette partite da disputare ed è in piena lotta per l'Europa League. Insomma, come ribadito oggi da Fassone e dalla nuova proprietà, i rossoneri fanno bene a pianificare il futuro con l'Aeroplanino. 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità