Milan, parla 'il presidente' Kessie: 'Battiamo l’Inter, credo nello scudetto. I rigori? Sono di Ibra'

·1 minuto per la lettura

A tutto campo. Il centrocampista del Milan Franck Kessie si confessa a La Gazzetta dello Sport. Tra i tanti argomenti affrontati anche quello relativo al suo soprannome, 'Presidente': "​Una volta sono arrivato a Milanello e ho parcheggiato nel posto di Gazidis. Mi hanno detto che non si poteva e ho risposto, che problema c’è? Sono il nuovo a.d.del Milan. A me piacciono gli scherzi. Logicamente so di non essere un presidente".

CORSA SCUDETTO - "Non sono preoccupato. Mancano ancora tante partite. E sembra che ci siano tante difficoltà, ma il derby lo vinciamo noi e torniamo in testa alla classifica. Siamo un gruppo che è cresciuto nelle difficoltà, lavoriamo sodo e crediamo nello scudetto. In Italia, ormai lo sanno tutti, puoi vincere contro la prima e perdere con l’ultima in classifica. Fasciarsi la testa non serve".

IBRAHIMOVIC - "Da un punto di vista tecnico è insuperabile e come compagno ti dà sempre qualcosa in più. Ci mette sempre la faccia, non succede spesso di trovare campioni con questa personalità. Se c'è un rigore? Lo tira Ibra. E Zlatan sarà contento del risultato".

Scopri di più su Pokerstarsnews.it