Milan pazzo di Hauge. E il norvegese sognava il Diavolo: il retroscena a tinte rossonere

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

Jens Petter Hauge conquista il Milan. Dopo essere arrivato a Milano all’improvviso, all’improvviso è diventato importante per il club rossonero che inizialmente aveva pensato di puntare su di lui principalmente in ottica futura. Ma ora il Diavolo si gode quel ragazzo che da bimbo ammirava Drogba ed era tifoso del Chelsea.

Jens Petter Hauge | Emilio Andreoli/Getty Images
Jens Petter Hauge | Emilio Andreoli/Getty Images

Nel ritratto de La Gazzetta dello Sport viene ricordato che Hauge sciava e giocava a futsal, poi si è innamorato di Eden Hazard ed è sbarcato al Milan dopo una bella partita con il Bodoe Glimt. "Ma l’interesse veniva da lontano, il settore scouting rossonero lo puntava da un po’ - conferma la rosea -. Quando l’affare è stato proposto, non ci sono volute ore per concluderlo" alla cifra di quattro milioni e mezzo di euro.

Ora Hauge lavora in silenzio e sfrutta le opportunità, con il sogno di vestire il rossonero confermato da un retroscena raccontato sempre da La Gazzetta dello Sport. Prima della sfida d'Europa League tar i rossoneri e il Bodoe Glimt, allora sua squadra, studiando i video avrebbe detto ai compagni: "Bella squadra, una squadra di giovani, per il futuro sarebbe bello giocare lì".

Segui 90min su Facebook, Instagram, Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!