Milan, Pioli: 'Ibrahimovic dal 1', presto Calhanoglu tornerà determinante. Dalot come Theo, su Bennacer e Vlahovic...'

·2 minuto per la lettura

Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Fiorentina, in programma domani al Franchi alle 18: "A Firenze ho vissuto tanto da giocatore ed allenatore, poi quanto successo con la tragedia di Davide, sono cose che ti lasciano il segno, non sarà mai una partita normale. Firenze e la Fiorentina sono più di un avversario, l'anno scorso ho ricevuto un'accoglienza che mi aveva riempito di gioia. Domani sarà una gara difficile ma abbiamo le qualità per fare bene. Probabilmente domani sarà la gara più complicata, sia per la bravura degli avversari sia perché veniamo da un periodo dispendioso, ma non ci interessa. Dopo la sosta sono sicuro che andremo forte".

ELIMINAZIONE - "E' stato un dispiacere forte ma siamo usciti da questa eliminazione ancora più consapevoli delle nostre qualità e che a certi livelli i particolari fanno la differenza. Nelle aree di rigori siamo stati un po' meno qualitativi di quanto potevamo essere".

IBRAHIMOVIC - "Zlatan ha sfruttato il minutaggio di giovedì, domani ci sarà. Non sappiamo se avrà i 90 minuti ma la sua presenza è importante, ci darà tanto".

CALHANOGLU - "Il Covid e gli infortuni ti impediscono di essere brillante, Calha è un giocatore importante, sta cercando di ritrovare la miglior situazione psicofisica, lo farà presto e tornerà ad essere determinante".

DALOT - "Ha caratteristiche simili a Theo, è cresciuto anche in fase difensiva, diventerà un giocatore completo. A noi allenatori piace tanto avere giocatori duttili, poi ad un certo momento sarebbe utile dargli una posizione definitiva per renderlo più consapevole delle situazioni in campo".

BENNACER - "Bennacer sta meglio, è la prima settimana in cui ha lavorato a ritmi alti, non penso che domani giocherà dall'inizio ma potrà essere utile. Trequartista? Lo può fare anche lui, l'importante è che stia bene perché ha importanti caratteristiche che si sposano col nostro modo di stare in campo".

FINALE DI STAGIONE - "Sento che la squadra ha superato il momento delicato, le ultime prestazioni sono state da squadra forte, ha perso per episodi ma non ha fatto mancare convinzione e qualità. Io mi aspetto un ottimo finale di campionato dalla mia squadra".

VLAHOVIC - "E' cresciuto molto bene, ho sempre apprezzato la sua volontà, è un lavoratore incredibile, quando ti alleni così sei destinato a migliorare. E' un ottimo centravanti ma è giovane e starei attento ai paragoni. Spero continui a fare bene, dalla prossima gara".