Milan, Pioli: "Non siamo stati all'altezza. Hauge deve avere più fiducia"

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

Il Milan dice addio allo Scudetto. Fatale per i rossoneri il pareggio ottenuto questo pomeriggio contro la Sampdoria. Le dichiarazioni del tecnico Stefano Pioli ai microfoni del canale ufficiale del club non lasciano spazio a molte interpretazioni.

PRESTAZIONE - “Abbiamo fatto troppo poco per vincerla? Sono completamente d’accordo anche se potevamo farlo con Kessie nel finale. Abbiamo giocato con poco ritmo e il nostro approccio non è stato quello giusto. È stata una partita complicata per noi. La Samp ha giocato nello stesso modo in cui ha giocato all’andata. Oggi c’era meno ritmo, abbiamo favorito la loro difesa che era ben piazzata. Oggi faccio fatica ad essere contento, la prestazione doveva essere diversa, c’erano tutte le situazioni giuste per giocare con più intensità e qualità. Questo ci deve rendere delusi e amareggiati, ora dobbiamo dimostrare di poter ripartire subito bene”.

Jens Petter Hauge | TIZIANA FABI/Getty Images
Jens Petter Hauge | TIZIANA FABI/Getty Images

HAUGE - "Mi auguro che prenda ancora più fiducia, ha segnato un gol importante per la squadra. Lo aiuterà a prendere convinzione nei propri mezzi".

SAELEMAEKERS TERZINO - "Credo che abbia buone caratteristiche per far bene in quel ruolo lì, soprattutto quando la squadra comanda il gioco. Pensavo di attaccare di più e avere uno sviluppo sulle fasce col terzino un po’ più qualitativo. Ho fatto delle scelte in base ai giocatori che hanno giocato tanto in nazionale. Tutto è criticabile, dopo una prestazione del genere non è questione di un giocatore o una posizione. La squadra non ha offerto una prestazione all’altezza”.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.