Milan, Pioli: 'Rebic ancora out, titolare Theo Hernandez. Leonardo? No comment. Ibra o Giroud con la Roma...'

·3 minuto per la lettura

Una sfida affascinante tra due formazioni ambizione. Il Milan è chiamato all'esame Roma per testare le ambizioni scudetto contro Josè Mourinho. Stefano Pioli presenta la sfida ai giallorossi nella consueta conferenza stampa della vigilia.

SE LA VITTORIA DELLA ROMA SUL CAGLIARI CAMBIA LA PARTITA - "Sono imbattuti in casa e hanno pareggiato col Napoli. Ci aspetta un avversario importante".

SU COSA RAPPRESENTA LA PARTITA DI DOMANI E SU COME STA BRAHIM DIAZ - "Tutte le partite sono esami. Più l'esame è difficile e più devi prepararti bene. Sarà difficile, ma abbiamo qualità. Brahim Diaz sta meglio, ha fatto una settimana quasi completa".

SE IL MILAN STA IMPARANDO A VINCERE ANCHE GIOCANDO MALE - "Gli avversari cambiano e le difficoltà cambiano. Con il Torino abbiamo palleggiato meno del solito ma siamo stati squadra fino alla fine. Non credo che abbiamo giocato male ma bisogna ricordarsi che ci sono avversari che preparano bene le partite. L'importante è avere un'idea e portarla avanti al di là del risultato".

SUL RITORNO DA TITOLARE DI IBRA E LE PAROLE DI KJAER CHE CREDE ALLO SCUDETTO - "Sia Ibrahimovic che Olivier stanno bene. Stanno mettendo minuti nelle gambe e crescono in condizione. Uno giocherà dall'inizio e l'altro a gara in corso. Sono d'accordo sulle parole di Kjaer, dobbiamo mettere motivazione e provare a vincerle tutte".

SU COSA L'HA COLPITO DELLA ROMA - "L'aspetto più importante è quello caratteriale: contro il Napoli sono stati aggressivi, con grande fisicità e determinazione. Dobbiamo aspettarci anche un tipo di ambiente caldo. Noi dobbiamo puliti dal punto di vista tecnico e lucidi nelle scelte".

SU COME STA REBIC - "Il dolore alla caviglia non è passato, non è a disposizione domani. Viaggiamo giorno per giorno per capire quando potrà essere disponibile".

SE CREDE ALLE SMENTITE DI LEONARDO SU KESSIE E THEO HERNANDEZ - "Non ho intenzione di commentare le parole di Leonardo. Mi interessa vedere i giocatori disponibili ed è così. Siamo abituati a isolarci su ciò che possiamo determinare. Napoli e Milan stanno facendo un percorso incredibile. Noi cerchiamo di segnare un gol in più, poi se non li prendiamo sarà più facile".

SU COME PENSA DI GESTIRE I CENTROCAMPISTI E L'IMPORTANZA DI BRAHIM - "Per i centrocampisti sono quattro. Bakayoko sta meglio e spero possa presto essere pronto per iniziare titolare. Tutte le partite sono importanti, ma dobbiamo pensare a domani sera. Non ci sono giocatori imprescindibili. Dobbiamo avere idee e identità. Brahim Diaz ha qualità e sta facendo bene, ma abbiamo altre caratteristiche quando non c'è lui".

SULLA DIFFERENZA TRA LA PARTITA CONTRO IL TORINO E CON LA ROMA - "Ci aspettiamo una partita diversa. Le qualità della Roma sono diverse da quelle del Torino che è stata una squadra intensa. Dovremo interpretare bene la partita a livello tecnico".

SE HA STUDIATO DELLE CONTROMISURE SU UNA ROMA FORTE SUI CALCI PIAZZATI E SE QUESTO ASPETTO PUO' CONDIZIONARE LE SUE SCELTE - "Le palle inattive sono sempre molto importanti, sappiamo le qualità dei nostri avversari e di Pellegrini e veretout nel calciare. Ci siamo preparati per contrastarli bene. Formazione? Tengo presente anche i centimetri nella preparazione della gara, quindi magari preferisco un giocatore alto".

SU QUANTO E' IMPORTANTE LA GESTIONE DELLO SPOGLIATOIO IN QUESTO PERIODO - "Non ci interessa sapere quello che abbiamo fatto prina ma è importante quello che faremo da domani in poi. Il mio lavoro nella gestione non è difficile perchè è una squadra molto affamata nel vincere qualcosa".

SU LEAO - "Leao sta bene. accelera, strappa e consuma molto. Deve continuare così. Sta dimostrando grande qualità e grandi atteggiamenti".

SU THEO E BALLO-TOURE' - "Sono situazioni delicate. Theo l'ho visto bene e domani partirà titolare. Ballò ha recuperato ma ha fatto un solo allenamento. sarà a disposizione. Dovremo valutare bene le condizioni dei giocatori per schierare sempre una formazione all'altezza".

SU FLORENZI E MESSIAS - "Florenzi e Messias non sono a disposizione. Dovrebbero tornare in gruppo nei prossimi giorni, non so se per mercoledi ma probabilmente per il derby".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli