Milan, Pioli si gode Ibrahimovic: "Può soltanto crescere"

Stefano Pioli al termine di Cagliari-Milan: "Vittoria meritata, la presenza di Ibrahimovic è uno stimolo positivo per tutta la squadra".
Stefano Pioli al termine di Cagliari-Milan: "Vittoria meritata, la presenza di Ibrahimovic è uno stimolo positivo per tutta la squadra".

Il Milan torna a vincere dopo un mese: Cagliari ko grazie alle reti di Rafael Leão e Zlatan Ibrahimovic, al quale è stato annullato anche un altro goal per posizione di fuorigioco.

Intervenuto ai microfoni di 'Sky Sport' al termine del match, Stefano Pioli ha esaltato l'apporto determinante offerto quest'oggi dallo svedese.

"La presenza di Zlatan ci dà un punto di riferimento importante. Vittoria importante e meritata su un campo difficile per cercare di uscire da un momento delicato. Bisogna cercare di sfruttare le caratteristiche dei giocatori, non credo che Ibrahimovic attacchi molto la profondità. Ci aspetta un girone di ritorno decisivo per il nostro futuro".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Per Ibrahimovic una condizione fisica che può soltanto migliorare col passare delle settimane e delle partite.

"Era la prima partita che giocava da titolare dopo tanto tempo, si è mostrato molto disponibile con i compagni. Può soltanto crescere ancora. Ero convinto della sua buona forma fisica a partire dalla prima telefonata in cui mi ha detto di voler giocare e di non stare a sentire i critici. Avere uno stimolo così è un bene per tutta la squadra. A me piace che la squadra abbia molte soluzioni, bisognerà giocare un calcio più diretto perché quello che ci è mancato è l'efficacia in zona goal. Una presenza diversa nel reparto offensivo ci darà parecchie soluzioni. Dobbiamo proseguire su questa strada".

Ibrahimovic e Leão possono coesistere in attacco, stesso discorso valido anche per Piatek che è rimasto in panchina per tutti i novanta minuti alla 'Sardegna Arena'.

"Le caratteristiche per giocare insieme ci sono, hanno fisicità e qualità. Leão ha quegli strappi per arrivare sul fondo. Anche Piatek può giocare insieme a Ibrahimovic seppur sia più una prima punta. I presupposti per fare bene con due centravanti ci sono".

Altra esclusione per Paquetá: per lui resta vivo l'interesse del PSG di Leonardo, suo grande ammiratore e fautore del trasferimento dal Flamengo al Milan.

"Su Paquetá ho fatto delle scelte, lui si è allenato bene ma cerco sempre di mettere la formazione migliore. Il mercato non c'entra nulla con queste esclusioni. A fine partita ci incontriamo sempre con Maldini e Boban ma per parlare del campo. Begovic in arrivo? Aspettiamo. Kessié ha fatto un'ottima partita oggi, abbiamo più mezzali che mediani ma credo che i ragazzi siano intelligenti e possano adattarsi ad un altro ruolo".

Potrebbe interessarti anche...