Milan, primo esame dalla UEFA per presentare il progetto

La Emirates ha svelato l'aereo dedicato al Milan e con l'effigie di 5 giocatori, tra cui Donnarumma: volerà in tutto il mondo fino ad agosto.

E' tempo di esami in casa Milan: prima il tanto atteso closing, poi il lavoro di Marco Fassone sarà orientato verso la UEFA, alla quale verrà presentato un progetto di rientro dai debiti, che nell'ultimo periodo sono stati ridotti di 30 milioni.

Secondo quanto riferisce 'La Gazzetta dello Sport', la prossima stagione rossonera si aprirà con un -190 in bilancio che permetterà di restare nella soglia tollerata dalle norme federali. Alla UEFA verrà invece presentato un progetto su base triennale per il rientro nelle norme del Fair Play Finanziario.

L'obiettivo è quello di rientrare in Champions League nella stagione 2018/19, sfruttando uno dei quattro posti buoni con la nuova riforma. La UEFA concede fiducia ai club che dimostrano di avere risorse da investire su piani virtuosi.

Poi sarà la volta dei rinnovi contrattuali, in primis quello di Gigio Donnarumma: all'agente Mino Raiola dovrà essere garantito un futuro in un club di prima fascia. Appuntamento a breve invece con Mattia De Sciglio, insidiato dalla Juventus. 


Sul fronte Suso l'obiettivo è di prolungare l'attuale contratto in scadenza nel 2019 almeno fino al 2021. Difficile trattenere invece Deulofeu, che il Milan proverà a riscattare dal Barcellona. L'alternativa è il laziale Keita. Il budget per i rinforzi è stimato tra i 100 ed i 150 milioni di euro.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità