Milan, raduno con giallo: sulle nuove maglie non c’è lo scudetto! Il motivo della gaffe e le spiegazioni della società

Primo giorno di scuola in casa Milan. Raduno, cori, l’abbraccio con i tifosi che hanno celebrato una stagione straordinaria, la passata, che ha visto i rossoneri tornare sul trono d’Italia. Tutto bello, se non fosse che i campioni d’Italia hanno trovato un modo per rendere la festa un giallo. Con un grosso convitato di pietra, lo scudetto.

AUTOGOL - La partenza stagionale è infatti coincisa con la presentazione ufficiale del nuovo kit Home firmato Puma. La nuova maglia svelata ha però sollevato un polverone, non per i gusti estetici dei tifosi, ma per un’assenza molto appariscente. Mancava lo scudetto al centro. Perché? Si è trattato di una gaffe o di cosa?

NUOVA MAGLIA - Partiamo con i fatti. Con una nota ufficiale, i rossoneri hanno svelato il nuovo kit, usando come modelli Leao, Giroud e Tonali. Caratterizzato da tre bande tricolori sulle maniche e agognata dai milanisti, la maglia aveva già fatto registrare ottimi numeri in termini di vendite ed è stata apprezzata dai più. Quello che però non è andato giù ai tifosi è stata la scelta di presentarla “spoglia”.

SPIEGAZIONI - Un autogol che ha del clamoroso. La società è subito corsa ai ripari spiegando come il tricolore comparirà sul petto dei milanisti dalla prima amichevole stagionale, il 16 luglio contro il Colonia. E che le immagini risalgono allo scorso marzo, quando il Milan era ancora in lotta con l’Inter per conquistare lo scudetto. Giustificazioni che paiono tardive e in ritardo, quando ormai il danno era già fatto. Possibile che nessuno in società se ne sia ricordato o si sia posto il dubbio? Alcune delle immagini del nuovo kit hanno lo scudetto, aggiunto in post produzione. La maggioranza invece no. Possibile che si sia sorvolato su un dettaglio così grosso?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli