Milan-Sassuolo 1-3, rossoneri k.o. e Napoli può scappare

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il Milan viene sconfitto in casa 3-1 dal Sassuolo, incassa la seconda sconfitta consecutiva e perde la vetta della classifica. I rossoneri finiscono al tappeto in un match iniziato benissimo. Al 21' il Diavolo passa in vantaggio con il gol di Romagnoli. Su corner, il difensore stacca indisturbato all'altezza del primo palo e insacca di testa: 1-0. Il Sassuolo non si scompone e reagisce rapidamente. Passano 3 minuti e arriva il pareggio. Il Milan perde palla in uscita dalla propria trequarti, Scamacca viene servito e da 25 metri spara un siluro all'incrocio: 1-1.

I neroverdi giocano con personalità e al 33' mettono la freccia. Scamacca sfrutta la respinta di Theo Hernandez sul corner da destra, conclusione ravvicinata che Maignan respinge: rimpallo su Kjaer, palla in rete e 1-2. Nella ripresa, gli ospiti completano l'opera. Al 66' Berardi crea da solo la rete che chiude i conti. Romagnoli non riesce ad arginare il capitano emiliano che di destro, il suo piede debole, insacca in diagonale. Il sipario cala definitivamente quando Romagnoli viene espulso per un fallo su Defrel lanciato a rete. Il Sassuolo fa festa e sale a 18 punti. Il Milan rimane a quota 32 e scivola a 3 lunghezze dal Napoli, leader solitario con 35 punti dopo il 4-0 rifilato alla Lazio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli