Milan, si accende il mercato delle seconde linee: da Messias a Krunic, da Castillejo a Ballo-Touré, gli scenari

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Grandi manovre, per il Milan che verrà. Manca meno di un mese all'inizio della stagione, fissata per il 4 luglio, per questo le prossime settimane saranno importanti per il mercato delle seconde linee. Per definire il futuro di chi la scorsa stagione ha dato il suo contributo partendo dalla panchina e di chi ha giocato poco, facendo di fatto solo numero. Di questi ultimi fanno parte Tiemoué Bakayoko, impiegato 607' spalmati in 18 presenze (corteggiato fortemente dal Valencia) Samu Castillejo, che ha visto il campo solo 5 volte, per un totale di 122', e Fodé Ballo-Touré, che ha messo alle spalle 12 presenze e 536'. Per tutti e tre il Milan è al lavoro per trovare una nuova sistemazione, al momento la cessione resta l'opzione più probabile.

MESSIAS E KRUNIC - Bisogna usare invece il condizione sul fronte Junior Messias, per il quale il Milan non ha ancora preso una decisione. Per riscattarlo dal Crotone servono 5,4 milioni di euro, una cifra considerata eccessiva, ma c'è margine di trattativa con il club calabrese che potrebbe concedere un sconto, soprattutto ora che è retrocesso in Serie C. Una trattativa in piedi c'è già, quella con l'entourage di Rade Krunic, vero coltellino svizzero, fondamentale nel rush finale per lo scudetto: il bosniaco, che guadagna 1,1 milioni di euro netti, discute del prolungamento fino al 2026.

MALDINI E GABBIA - Da definire il futuro di Daniel Maldini e Matteo Gabbia, che vorrebbero giocare di più ma che potrebbero essere 'costretti' a restare. Il Milan in vista della prossima stagione deve presentare una lista di 25 giocatori, 8 dei quali cresciuti in un vivaio affiliato alla federazione, e 4 di questi devono essersi formati all’interno dello stesso club, quindi in questo caso a Milanello. Gabbia e Maldini dovrebbero rimanere, così come Pobega, che rientrerà a casa base e rinnoverà il contratto in scadenza nel 2025 di una o due stagioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli