Milan targato Li, ecco il nuovo CdA: quattro cinesi e quattro italiani

Il Milan inaugura l'era Li con la prima assemblea dei soci: nuovo consiglio di amministrazione diviso a metà tra cinesi e italiani.

Giornata storica in casa Milan, che fa seguito al closing ufficializzato ieri. Dopo la conferenza-stampa di presentazione dei nuovi proprietari e dirigenti, nel pomeriggio si è tenuta la prima assemblea dei soci della nuova era targata Yonghong Li.

Annunciata la composizione del nuovo consiglio di amministrazione, diviso esattamente a metà fra cinesi ed italiani: 4 membri per il primo gruppo, 4 per il secondo. Da una parte il nuovo presidente (il 22° nella storia rossonera) Yonghong li, David Han Li, Bo Lu e Renshau Xu, dall'altra Roberto Cappelli, Marco Fassone, Marco Patuano e Paolo Scaroni.

Le dimissioni del precedente CdA erano state il primo passo della giornata, dopodichè si è ufficializzato il nuovo consiglio che ha proceduto quindi alla nomina del presidente, per l'appunto Yonghong Li. Tra i punti all'ordine del giorno, la modifica di alcuni articoli dello statuto.

Come riferisce l'ANSA, i membri scelti non riceveranno compensi a differenza invece di Fassone e di chi riceverà incarichi particolari: durante i lavori, inoltre, è stato nominato anche i nuovi revisori dei conti.

Prima dell'assemblea Yonghong Li ha dichiarato di sentirsi "onorato di essere presente". Non è mancato un omaggio all'amministratore delegato uscente Adriano Galliani, al quale i soci presenti hanno dedicato un applauso.

"Rivolgo un ringraziamento a chi mi ha preceduto. L'eredità di Galliani è pesante da cogliere", il commento da parte dell'avvocato Cappelli, nuovo membro del CdA, chiamato a presiedere l'assemblea.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità