Milan, UFFICIALE l'arrivo di Maignan

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·3 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Ora è ufficiale: Mike Maignan è un nuovo giocatore del Milan. Il club rossonero annuncia sul proprio sito l'ingaggio del portiere dal Lille:

AC Milan è lieto di annunciare di aver acquisito a titolo definitivo le prestazioni sportive del calciatore francese Mike Maignan dal LOSC Lille a partire dal 1° luglio 2021. Il portiere ha firmato un contratto con il Club rossonero fino al 30 giugno 2026 e vestirà la maglia numero 16.

Nato a Cayenne (Guyana francese) il 3 luglio 1995, Mike Maignan è cresciuto nel Settore Giovanile del Paris Saint-Germain. Nell'estate 2015 è passato al LOSC Lille con cui ha collezionato 180 presenze in sei stagioni, conquistando il titolo di Campione di Francia nel campionato appena concluso.

Dopo aver giocato in tutte le selezioni giovanili della Francia, dall'Under 16 all'Under 21, nell'ottobre 2020 ha esordito con la Nazionale maggiore e rientra nell'elenco dei 26 convocati che prenderanno parte ai Campionati Europei del 2021.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

DETTAGLI - I dettagli dell'affare: al Lille vanno 13 milioni di euro più 2 di bonus, Maignan firma un contratto di cinque anni con il Milan da 3 milioni a stagione più bonus.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.
Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

PRIME PAROLE - Dal ritiro della Francia arrivano le prime dichiarazioni di Maignan: "E' un progetto ambizioso, sono in una delle società più grandi al mondo". (Leggi QUI tutte le dichiarazioni)

INTERVISTA - ​Prima intervista di Mike Maignan a Milan TV, le sue dichiarazioni.

ARRIVO AL MILAN - "Sono davvero contento di essere al Milan, è uno dei club più grandi al mondo, con ambizioni e progetti per il futuro. Sono molto felice di potere essere qui e di quello che posso dare a questo progetto".

STAGIONE CON IL LILLE - "È stata la miglior stagione della mia carriera fino ad ora, è una ricompensa per aver vinto il titolo di campioni di Francia. Abbiamo vinto il campionato ed essere qui è una ricompensa per il mio lavoro".

STILE DI GIOCO - "Mi piace giocare col pallone tra i piedi, è una cosa che per me si è rivelata molto utile perché nel calcio moderno i portieri devono saper usare anche i piedi".

SOPRANNOME - "Magic Eagle (Aquila magica, ndr) è un soprannome che mi hanno dato i compagni perché dicono che sono come il re dei volatili".

PARA RIGORI - "Parare un penalty è questione d’istinto, è un duello tra portiere ed attaccante e a me non piace perdere queste sfide".

LEAO E IBRAHIMOVIC - "Leao è un prodigio, sono stato fortunato di aver già giocato con lui al Lille, e ora ci rincontriamo. Lo stesso vale per Ibrahimovic, è sempre un piacere giocare con lui".

PORTIERE A CUI SI ISPIRA - "Ci sono molti portieri a cui mi ispiro, ne ho studiati tanti per provare a migliorare e sviluppare il mio gioco. Questo è il mio modo di lavorare".

NAZIONALE - "Mi sento molto orgoglioso di rappresentare il mio paese e la mia gente, sono fiero di me stesso e considero questo come una ricompensa per tutto il lavoro che ho svolto negli ultimi anni".

NUMERO DI MAGLIA - "Il 16, è il numero con cui ho iniziato, mi piace come suona MM16 (in francese, ndr). È una cosa che rimarrà con me fino alla fine della mia carriera".

SALUTO AI TIFOSI - "Non vedo l’ora di sentire la passione dei tifosi rossoneri, un saluto a tutti i tifosi del Milan".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli