Milanmania: l'asse Theo-Leao è devastante. Problema Brahim Diaz, Pioli si merita un trequartista dal mercato

·1 minuto per la lettura

​Altra bella vittoria del Milan su un campo non facile come quello di Venezia: terzo successo di fila e zero rischi. Il cammino della squadra di Pioli prosegue nel migliore dei modi.

L'asse di sinistra composto da Theo Hernandez e Leao è devastante: il Milan da quella parte ha un potenziale offensivo clamoroso. Il terzino (vicino al rinnovo del contratto) sta migliorando sempre di più a livello difensivo: finalmente è concentrato e attento, mentre là davanti è semplicemente irresistibile. Così come Leao, che ha una capacità incredibile di saltare l'uomo e di creare pericoli. Tra Roma e Venezia ha giocato in totale 90 minuti da protagonista assoluto: un gol, un rigore procurato e due assist. Semplicemente straordinario.

E' giusto riconoscere però che oggi il Milan ha in Brahim Diaz un punto debole. L'involuzione è evidente e continua: non segna dal 25 settembre, fatica a saltare l'uomo ed è purtroppo troppo fuori dal gioco. La squadra mercato dovrebbe fare riflessioni in questo senso e regalare a Pioli un'alternativa qualitativa nel ruolo che non può essere Krunic e neanche Maldini. Anticipare l'arrivo di Adli dal Bordeaux potrebbe rappresentare quell'occasione da non lasciarsi scappare di cui parlava anche Massara.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli