Milenkovic, Moena ti convince ancora? Il futuro si gioca in ritiro, Italiano prova a scacciare Juve e Inter

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Con i primi quattro acquisti già messi a segno adesso la Fiorentina, prima di pensare ad altri colpi, dovrà obbligatoriamente cedere qualcuno. Tra i giocatori in bilico c’è senza ombra di dubbio anche Nikola Milenkovic, da tempo finito nel mirino di Juve, Inter e, in seconda fila, Napoli. Il difensore serbo, che solo una stagione fa aveva allungato di un anno il contratto che lo lega al club, sembrava essere il primo indicato ma adesso la situazione, stando a quel che afferma il tecnico Italiano, potrebbe essersi ribaltata. LA CONTROFFENSIVA VIOLA - Un suo addio al club viola, che già lo scorso anno fu a un passo, pareva quasi scontato. Ora però crescono le speranze di vederlo ancora a Firenze il prossimo campionato. Ad alimentare questa prospettiva è stato lo stesso direttore Joe Baroe lunedì durante l’inaugurazione del Viola Park, il quale ha ribadito ai tanti tifosi presenti la volontà di trattenere il giocatore. E chi non vorrebbe? Nell’ultimo contatto tra la dirigenza e l’entourage del giocatore, sarebbe stato proposto un rinnovo triennale a circa 2 milioni l’anno. PALLA AL GIOCATORE – Nonostante la promessa fatta la scorsa estate dalla società, che si è impegnata a non ostacolare ulteriormente la voglia di grandi club (anzi, forse proprio forte di essa), il difensore serbo non ha mai cercato di forzare lo strappo, lasciando di fatto aperta l’opzione rinnovo. Con Skriniar in orbita Psg e, soprattutto, de Ligt vicinissimo al Bayern, le big del nostro campionato valuteranno sicuramente di presentare un’offerta ai viola. Che non possono resistere più di tanto (saranno sufficienti 15 milioni), ma che possono contare sul carisma di Italiano e sull'ondata di entusiasmo generata dall'Europa e dall'arrivo di Jovic.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli