Mini Challenge, scalda i motori per l’undicesima stagione

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 12 mag. (askanews) - Il campionato monomarca Mini Challenge 2022 scalda i motori in vista della nuova stagione, l'11esima consecutiva, che prenderà il via il 2 luglio a Vallelunga per concludersi al Mugello il 23 ottobre. Il campionato di 6 gare, organizzato da Mini Italia con il supporto di Aci Sport, vedrà i piloti gareggiare sui più famosi circuiti nazionali (Vallelunga, Monza, Mugello, Imola). Le gare si articolano in due turni di prove libere da 25 minuti, due turni di qualifica da 15' per stabilire l'ordine di partenza di Gara 1 e Gara 2 dalla durata di 25 minuti + 1 giro.

Tre le categorie: Mini John Cooper Works Challenge Lite, Pro ed Evo, novità di quest'anno. Sul fronte delle prestazioni, la Evo ha 306 CV, la Pro 265 CV, entrambe con cambio sequenziale a 6 marce, mentre la Lite ha 231 CV e il cambio manuale. Tutte le vetture, preparate da Promodrive, che gestisce il campionato, sono dotate di un allestimento racing specifico, con un Safety Kit e un Aerodynamic Kit. Continua nel 2022, la categoria di gara Academy, che vede in pista anche gli under 25 seguiti dal tutor Gianni Morbidelli, nell'ambito del programma Mini dedicato ai giovani.

L'obiettivo di Promodrive è di vendere 10 Evo nelle prime due gare che dovrebbero aggiungersi alle 8 macchine Pro e alle 7 Lite. Il costo del campionato, grazie a vari contributi fra cui quello dei concessionari, dovrebbe aggirarsi intorno ai 60mila euro per la categoria Evo, 50mila per la Pro e 37mila euro per la Lite. Il montepremi complessivo è pari a 80mila euro. Il Mini Challenge verrà trasmesso su Aci Sport Tv.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli